…una misteriosa penombra…

…il morire del giorno tra il marmo giallognolo di notre dame e rue iena calpestata dai miei sandali verdi…occhiali da sole che riflettevano un mattiino in agonia sotto le guglie torbide di santa clotilde…ancora le ombre nella memoria,l'oscurità gotica e le nuvole viola di un fosco presagio…passeggiare pallidi trascinando in noi l'agonia dell'istante che già vissuto non si può afferrare,celeste,ancora … Continua a leggere

…impronte leggere sui miei pensieri…

…l'immagine di un ragazzo dai capelli scompigliati si confonde tra gli invitati del ballo del debutto di Natasa…i riccioli corvini della bella contessina sono buchi della serratura attraverso cui spiare il percorso dell'uomo a passeggio per una città sconosciuta,distraendomi e facendomi confondere lo sguardo di Andrej con gli occhi a fogliolina che imbruttiscono il mio viso di turbamento cieco e manifesto,dovuto alla loro … Continua a leggere

…ordine e disordine nell’amore…

…il tuo profilo è lontano ed ho voglia di accarezzare la linea del tuo volto ironico e profondo…ti percepisco nelle distanze e,per questo,il nostro silenzio quieterà la tempesta,darà saggezza al fogliame profondo,mentre,sotto il cielo spalancato il mare chiude la sue ali…vedo ai fianchi del tuo sorriso una strada che si spalanca per me…(mentre leggo paul eluard)