…veronica alla finestra…

…qualcuno ha detto che il mio volto ricorda quello di Veronica-Irène…ne sono stata colpita,moltissimo,perché sono affascinata dal doppio e dal destino…penso sempre che ci possa essere una doppia me stessa in un altro punto della terra e che per caso ci siamo già incontrate,o che il nostro avvicinamento debba ancora avvenire,casuale ed inconsapevole…forse è scritto nella trama del destino cieco…

…le notti di un sognatore…

…”Ma ecco di che si tratta:io non posso fare a meno di tornare domani.Io sono un sognatore;è così poca la mia vita reale e vivo così di rado momenti come questo di adesso,che non posso fare a meno di rivederli nei miei sogni.Io sognerò di voi tutta la notte,tutta la settimana,per un anno intero.Ritornerò immancabilmente qui domani,esattamente qui,in questo punto,esattamente … Continua a leggere

…una prigioniera rovente…

…questa sera maggio mi tende le mani con malizia seducente…sta giungendo con la sua grazia sibillina ed io già sto soccombendo sotto il peso del suo fascino…Ho letto un brano che parlava di un uomo che desiderava ardentemente la moglie,eccessivamente,tanto che questa,nauseata dell’irruenza della volontà del marito ,ricorse al parere di un medico,il quale le chiese tutti i sintomi del … Continua a leggere

…più vicina alla luna…(un altro frammento del libro della metamorfosi;il libro di Maia)

…Parigi le sembrava come una vita di apertura,senza compromessi,naturale ,impulsiva,istintiva…lui quel giorno non venne(…ma non era quella la data del loro probabile incontro…)…agosto pulsava violento nelle sue vene e la calura stava calando nel morire di quella giornata attraverso i confini dell’Europa…le nubi erano diventate più esili e un opaco sole del tramonto proponeva vaghi raggi…il vestito di Maia era … Continua a leggere

…ci incontreremo a saint germain…

…Maia arrivò al termine del viaggio…l’avevo lasciata in partenza ed avevo anticipato, attraverso il suo sogno, chi avrebbe incontrato sul treno verso la Francia…dormì tutta quella notte,con sogni di pioggia e di ombrelli fugaci che sbocciavano agli angoli…era il picchiettare della pioggia sul treno…ed attraverso un velo di gocce,all’alba si svegliò e vide casette dai tetti neri che l’accoglievano e … Continua a leggere

…una donna antica…

S:”…Quanto sei bella…mi metti soggezione,mi fai battere il cuore come un collegiale.Non ci credi,eh?…che rispetto vero,profondo comunichi,Claudia.Di chi sei innamorata,con chi stai,a chi vuoi bene?…sei arrivata proprio in tempo,sai?…ma perché sorridi così?Non si capisce mai se giudichi,se assolvi,se mi stai prendendo in giro…C:…sto a sentire…hai detto che vuoi parlarmi,vuoi raccontarmi del film…io non so niente…S:…tu saresti capace di piantare tutto … Continua a leggere

…un aprile vivo e violento…

pioggia di fine aprile…chiome verdi si muovono su uno scenario grigio e violento…rumore di pioggia ed il mio volto fradicio e fermo dinanzi a questo spettacolo che avviene intorno a me-salici e betulle dai frutti dorati sono tormentati da pesantissime gocce-…mi sento tenera e vulnerabile ed il vitalismo della natura mi chiama a sé con uno straordinario impeto di malia … Continua a leggere